27 Gennaio 2020

CULTIVA chiude il 2019 in positivo: le anticipazioni per il 2020

CULTIVA conferma il suo ruolo di top player a livello internazionale chiudendo il 2019 con un fatturato stabile.

Giancarlo Boscolo, Presidente CULTIVA, commenta: “Abbiamo dimostrato ancora una volta di saper anticipare i cambiamenti delle logiche di mercato intercettando i trend di consumo provenienti da Oltreoceano.”

Quest’anno l’azienda ha riconfermato il suo grande impegno a investire nel comparto biologico, in particolare con il lancio delle bowl Bio CULTIVA, con packaging interamente compostabile e contenuto 100% biologico, presentate ufficialmente al SANA di Bologna lo scorso settembre.

“È stata una vera e propria innovazione per CULTIVA che, dopo aver operato esclusivamente come co-packer, entra nel mercato al consumo con un prodotto a marchio proprio.” dichiara Riccardo Pastore, Direttore della produzione industriale, commerciale e marketing, area retail IV° Gamma.

“Accolte con interesse dalla GDO, dove si sta valutando la realizzazione di private label, le bowl stanno attirando la curiosità anche del comparto horeca.” conclude Pastore.

Un altro importante traguardo raggiunto nel 2019 è stato l’inaugurazione di nuovi uffici nel Nord della Florida, interamente realizzati con container costruiti in Italia, usati e ricondizionati: un progetto di ampio respiro firmato dal prestigioso studio milanese EligoStudio, perfettamente in linea con l’animo innovativo dell’azienda. 

L’azienda ha iniziato il 2020 con la partecipazione, per il secondo anno, al Marca di Bologna; un’opportunità per instaurare nuove collaborazioni e ampliare la rete di contatti, oltre che per fidelizzare i clienti già attivi e per veder confermato il suo ruolo come copacker per la IV gamma.  

Nel corso del 2020 proseguirà l’innovativa strategia di CULTIVA: “Stiamo lavorando alla proposta di una nuova linea dedicata a soddisfare le nuove generazioni di consumatori, sempre con un occhio di riguardo all’ecosostenibilità che contraddistingue il nostro approccio” – commenta Riccardo Pastore, che prosegue – “Anche quest’anno inoltre, proseguono gli studi per la progettazione di nuove soluzioni di packaging biodegradabile”.

Tags | bioCHILIPRCultivaTrue company

Ultimi articoli